GIORDANIA CON L’ARCHEOLOGO – dal 6 al 11 Dicembre 2020

pubblicato in: In evidenza, Proposte, Viaggi guidati | 0

GIORDANIA

06 -11 dicembre 2020

1° Giorno. Grosseto – Amman

Partenza da Grosseto e arrivo all’aeroporto di Roma per il volo diretto ad Amman, dove all’aeroporto internazionale Queen Alia incontreremo il nostro staff. Trasferimento alla destinazione pernottamento ad Amman.

 

2° Giorno. Visita di Jerash – Tour della città di Amman

Dopo colazione, ci dirigeremo verso Jerash per visitare la grande città greco-romana, una delle più grandi e meglio conservate della regione. Ci sposteremo quindi ad Amman per un tour della città; Cittadella, Anfiteatro, in seguito, trasferimento all’hotel Amman per il pernottamento.

3° Giorno. Visita di Madaba – Monte Nebo – Castello di Karak

Dopo la prima colazione in hotel andremo a visitare la città di Madaba, un’antica città della Giordania, a sud-ovest della capitale Amman. È nota per il grande mosaico risalente al VI secolo che rappresenta una mappa della Terra Santa, all’interno della chiesa greco-ortodossa di San Giorgio.

Il Parco archeologico di Madaba conserva la chiesa della Vergine Maria ricca di mosaici e manufatti di epoca ellenistica, romana, bizantina e islamica. A nord-ovest, la collina biblica del Monte Nebo domina la valle del Giordano e il Mar Morto.

Il monte Nebo si trova a circa 710 metri sul livello del mare, ed è menzionato nella Bibbia ebraica come il luogo in cui a Mosè fu concessa una vista della Terra Promessa. La vista dalla cima offre un panorama della Terra Santa e, a nord, una più limitata della valle del fiume Giordano.

Il castello di Karak risale al XII secolo, ed è stato una fortezza fin dai tempi biblici. La Bibbia racconta come il re di Israele e i suoi alleati di Giuda ed Edom devastarono Moab e assediarono il re Mesha nella fortezza di Kir Heres, come allora era noto Karak. Secoli dopo, i Crociati impiegarono circa venti anni per erigere il loro vasto castello. Una volta terminato nel 1161, divenne la residenza del signore della Transgiordania, da allora il feudo più importante del regno crociato, ricco di prodotti e entrate fiscali. Dopo aver resistito a diversi assedi nei primi anni del 1170, Karak passò sotto il dominio di Reynald di Chatillon, un signore che divenne noto per la sua incoscienza e barbarie. Infrangendo tutti i trattati, iniziò a saccheggiare carovane mercantili e pellegrini legati alla Mecca, attaccò la vera patria dell’Islam e fece irruzione nei porti arabi sul Mar Rosso, minacciando persino la Mecca stessa. Saladino, sovrano di Siria ed Egitto, reagì rapidamente. Prese la città di Karak con la forza, la incendiò e riuscì quasi a colpire anche il castello. Rientro al Petra Hotel per la cena e il pernottamento.

 

4° Giorno. Visita di Petra e del deserto del Wadi Rum

Prima colazione in hotel e partenza verso la città di Petra.

Petra è un famosissimo sito archeologico nel deserto sud-occidentale della Giordania. Risale al 300 a.C. e fu la capitale del Regno dei Nabatei. Accessibile tramite uno stretto canyon chiamato Al Siq, contiene tombe e templi scolpiti in scogliere di arenaria rosa, grazie alle quali si è guadagnata il soprannome di “Città rosa”. Forse la sua struttura più famosa è l’Al Khazneh, alto 45 metri, un tempio con una facciata decorata in stile greco e noto come Il Tesoro. Pernottamento nel accampamento del Wadi Rum.

5° Giorno. Accampamento del Wadi Rum – Visita del Wadi Rum – Notte sul mar Morto

Colazione al campo.

Il Wadi Rum è una regione selvaggia protetta del deserto nel sud della Giordania. Presenta spettacolari montagne di arenaria, come il Jebel Um Ishrin, dalle molte cupole e archi naturali come il Burdah Rock Bridge. Molte iscrizioni e sculture preistoriche decorano le pareti di caverne e ripidi canyon, come il Khazali Canyon. La fonte della primavera di Lawrence prende il nome dal soldato britannico Lawrence d’Arabia, che presumibilmente vi sostò. Tempo libero Mar Morto e Pernottamento presso il Dead Sea Hotel. Tour con Jeep 4×4 nel Wadi Rum di due ore circa

6° Giorno. Dead Sea Hotel – Aeroporto di Amman

Prima colazione in Dead Sea Hotel e spostamento verso l’aeroporto Queen Alia per la partenza.

QUOTAZIONE PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA

1660,00

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA € 200

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Bus privato da Grosseto per Fiumicino andata e ritorno;

  • Archeologo guida per tutta la durata del viaggio;

  • Volo di linea Royal Jordanian in classe economy tasse incluse:

  • Hotel categoria . stelle in camera doppia standard servizi privati;

  • Trattamento di mezza pensione con acqua e vino inclusi ai pasti;

  • Assicurazione medica pagamento diretto delle spese mediche ed ospedaliere;

  • Assicurazione annullamento inclusa;

La quota non comprende: extra personali, tutto quanto non menzionato in la quota comprende.

LA NOSTRA GUIDA:

Alessandro Fichera, classe 1974, laureato a Siena in Lettere Moderne con una tesi in Archeologia dell’Architettura Medievale. Prosegue la sua carriera con un Dottorato di Ricerca sui castelli della Maremma legati alla famiglia degli Aldobrandeschi.

Dal 1997 al 2017 ha collaborato con il Dipartimento di Archeologia Medievale dell’Università di Siena nel coordinamento di scavi archeologici principalmente localizzati nella provincia di Livorno, alcuni dei quali ancora in corso. Tra i più importanti si ricordano la Rocca di Campiglia Marittima, il castello di Piombino, la chiesa di Sant’Antimo sopra i Canali a Piombino, il castello di Donoratico a Castagneto Carducci, il monastero di San Pietro a Monteverdi, il monastero di san Quirico a Populonia.

Come specialista nello studio delle architetture medievali ha preso parte, tra il 2007 e il 2018, a importanti progetti di carattere nazionale e internazionale, come lo studio della Basilica di San Gavino a Porto Torres (SS), di alcune fortezze in Albania (Gjirokastra, Butrinto, Berat, Sopot) e della Basilica della Natività (Betlemme, Cisgiordania), oltre a numerosi castelli del territorio maremmano.

Attualmente è responsabile della supervisione archeologica del progetto di restauro della Basilica della Natività di Betlemme per conto del Governo palestinese e della Piacenti SpA di Prato.

Dal 2010 è consulente scientifico e coordinatore del progetto di ricostruzione sperimentale di una abitazione medievale nel Parco Archeominerario di San Silvestro (Campiglia Marittima – LI), in collaborazione con la Società Parchi Val di Cornia SpA.

Tra il 2015 e il 2016 è stato coordinatore del Parco Archeologico di Baratti e Populonia e del Museo di Archeologico di Piombino per conto della Parchi Val di Cornia SpA.

Docente nell’Anno Accademico 2009/2010 presso la sede di Grosseto del Corso di Laurea in Conservazione e Gestione dei Beni archeologici dell’Università degli Studi di Siena, per l’insegnamento di Archeologia della produzione edilizia medievale.

Ha partecipato negli anni a numerosi convegni di ambito archeologico e ha realizzato una trentina di pubblicazioni a carattere scientifico e divulgativo.

È Presidente della società coop. Coopera, con sede a Grosseto, una società specializzata a offrire una vasta gamma di servizi rivolti alla conoscenza ed alla valorizzazione dei Beni Culturali, oltre che servizi in ambito di didattica archeologica e ambientale per le scuole di vario ordine e grado e servizi di ambito turistico.

Dal 2010 collabora con l’Agenzia di viaggi Jabalì di Grosseto, al fine di programmare e offrire itinerari turistici a carattere archeologico. Ad oggi sono stati realizzati soggiorni in Israele, Turchia, Sicilia e New York.

LA NOSTRA ACCOMPAGNATRICE

Arianna Bernabini, dal 1999 è una delle titolari della Jabalì Viaggi, agenzia affiliata a Gattinoni Mondo Di Vacanze, si occupa di accompagnare i gruppi della propria agenzia fin dall’anno della fondazione della stessa, curando il prodotto dalla progettazione iniziale fino alla fase di prenotazione dei servizi: testando in prima persona tutto ciò che viene venduto con formula taylor made. Dal 2011 accompagna in Israele con la collaborazione del dottor Alessandro Fichera.