Israele

pubblicato in: In evidenza, Presentazioni di viaggio | 0

Mentre prepari la tua colazione, pensa agli altri,
non dimenticare il cibo delle colombe.
Mentre fai le tue guerre, pensa agli altri,
non dimenticare coloro che chiedono la pace.
Mentre paghi la bolletta dell’acqua, pensa agli altri,
coloro che mungono le nuvole.
Mentre stai per tornare a casa, casa tua, pensa agli altri,
non dimenticare i popoli delle tende.
Mentre dormi contando i pianeti , pensa agli altri,
coloro che non trovano un posto dove dormire.
Mentre liberi te stesso con le metafore, pensa agli altri,
coloro che hanno perso il diritto di esprimersi.
Mentre pensi agli altri, quelli lontani, pensa a te stesso,
e dì: magari fossi una candela in mezzo al buio.”

Darwish Mahmoud, poeta palestinese

Quando realizzi che stai per atterrare all’aeroporto di Tel Aviv, qualcosa dentro di te inizia ad agitarsi. Probabilmente si tratta della voglia di sapere, di conoscere più cose possibili, perché la conoscenza placa i dubbi.
Definire nella mente un viaggio in Israele non è cosa facile, dare un’immagine precisa a tutte le sensazioni collegate all’infanzia in un paese cattolico è impossibile, perché non ci si aspetterebbe mai un salto indietro nel tempo così ampio quanto moderne siano le possibilità di compierlo questo balzo: tutto in Israele funziona strepitosamente bene e, questa estrema precisione che contraddistingue il suo popolo, ti fa spesso domandare perché in occidente ci siamo arresi ad una evoluzione così feroce da farci perdere quasi del tutto le nostre radici.
È questo forse l’ingrediente segreto che rende Israele il viaggio da compiere almeno una volta nella vita: la conservazione delle proprie origini è così inattaccabile da renderle anche un po’ tue, nel caso ne fossimo privi.
Poi c’è la Palestina: vivere al limite della speranza di vivere, lottare giornalmente per assicurarsi i diritti base che ogni essere umano dovrebbe avere per default, un territorio che ospita monumenti di importanza unica al mondo, di una bellezza straordinaria con effetti benefici per chi ha la fortuna di visitarli, tanto da creare una dipendenza da viaggio in questa zona!
Israele e Palestina, una destinazione e due identità su un’unica terra, vedere per credere e, forse, capire.

Lascia una risposta